FAQ

Risposte alle domande più frequenti

FAQ Risposte alle domande frequenti

Questa sezione è dedicata a fornire risposte alle domande più frequenti che ci vengono poste. L'abbiamo suddivisa in temi per rendere la lettura più agevole. Se hai una domanda o un semplice dubbio, non esitare, utilizza il modulo in fondo alla pagina è semplice, veloce e del tutto anonimo.



Antonio da Pavia - Ho un’azienda di ambulanze con 30 dipendenti, posso accedere alla formazione finanziata?
Gent.le Antonio, si è possibile autofinanziare, in tutto o in parte, piani formativi ai propri dipendenti. La THES con il supporto dei propri partner, può accedere alla formazione finanziata dai fondi paritetici interprofessional nazionali.
Giacomo da Roma - Cosa sono i Fondi Paritetici Interprofessionali?
Gent.le Giacomo, i Fondi Paritetici Interprofessionali sono organismi costituiti da parti sociali datoriali e sindacali di ciascun settore. Sono stati creati ufficialmente con la Legge n. 388/2000 allo scopo di incentivare ed agevolare la formazione continua e professionale dei propri dipendenti. Per poter beneficiare dei finanziamenti di un fondo paritetico Interprofessionale un’azienda deve aderire al fondo stesso. I Fondi Interprofessionali attivi in Italia sono 20. Coprono ogni settore lavorativo e tipologia di CCNL. Scegliere un fondo piuttosto che un altro può influire molto sulle risorse disponibili per la formazione. Il consiglio è sempre quello di farsi aiutare da un nostro partner, ente attuatore accreditato, per interloquire con il proprio consulente del lavoro.
Giorgio da Napoli - A chi sono rivolti i Fondi Paritetici Interprofessionali?
Gent.le Giorgio, a, tutte le imprese in forma singola o associata che decidono di realizzare per i propri dipendenti piani formativi aziendali, settoriali e territoriali e quindi garantire una formazione continua per il proprio organico.
Paolo da Roma - Ho un’azienda di 15 dipendenti, come posso aderire ad un Fondo?
Gent.le Paolo, Aderire ad un fondo interprofessionale è davvero molto facile e non comporta alcun costo per l’azienda. Per aderire ai Fondi è necessario scegliere nella "Denuncia Aziendale" del flusso UNIEMENS aggregato (ex modello DM10/2), all’interno dell’elemento "Fondo Interprof", l’opzione "Adesione" inserendo il codice del Fondo e il numero dei dipendenti interessati all’obbligo contributivo. L’azienda inizia ad accantonare i fondi dal mese di competenza della Denuncia Aziendale (ex DM10/2) nel quale è stato inserito il codice del Fondo scelto. In ogni caso può contattare un nostro partner per supportarla nella procedura di adesione.
Carlo da Frosinone - La mia azienda non ha aderito a nessun Fondo,i versamenti restano nelle casse?
Gent.le Carlo, purtroppo il contributo destinato non resta in azienda! Se non si destinano ad un fondo interprofessionale i contributi sono trattenuti dall’INPS e versati per il 50% al fondo di rotazione per la formazione professionale e per il restante 50% al fondo sociale per l’occupazione e la formazione. Aderire ad un fondo è una possibilità per le aziende di recuperare parte dei contributi previdenziali obbligatoriamente versati e destinarli alla formazione dei propri lavoratori.
Roberto da Roma - Quali categorie di lavoratori possono essere formate?
Gent.le Roberto, possono essere beneficiarie della formazione tutte le categorie di lavoratori soggetto al versamento del contributo dello 0,30%, secondo la Circolare INPS n. 140 del 14/12/2012
Simone da Rimini - Come posso verificare l’adesione della mia azienda ad un Fondo?
Gent.le Simone, il modo più semplice per verificare se la propria azienda aderisce ad un fondo è attraverso il Cassetto Previdenziale aziendale contenuto nel sito dell’INPS: 1. Accedendo ai “Servizi Online INPS”, inserendo Codice Fiscale e password aziendale; 2. Selezionare “Cassetto Previdenziale” --> “Dati complementari” --> “Fondi Interprofessionali”. 3. Se già iscritti comparirà il codice univoco del fondo interprofessionale. Se non compare il codice l’azienda non aderisce a nessun fondo.
Marco da Lucca - Quale tipo di Formazione è finanziata?
Gent.le Marco, non ci sono limitazioni sulla tipologia e l’oggetto dei corsi. I progetti vengono elaborati sempre secondo le esigenze formative dell’azienda proponente.
Aurelio da Roma - Con quali risorse i Fondi Interprofessionali finanziano la Formazione?
Gent.le Aurelio, le aziende possano destinare ad un fondo interprofessionale il contributo relativo alla “disoccupazione involontaria" dovuto mensilmente all’ INPS per ciascun dipendente. Dato che sono contributi che le aziende devono comunque pagare, possono ottimizzarle a loro vantaggio. Ecco allora che viene in aiuto la legge 388 del 2000 (Art.118), che consente alle imprese di destinare lo 0,30% del contributo obbligatorio per la disoccupazione involontaria alla formazione dei propri dipendenti, attraverso i Fondi Interprofessionali.
MODULO PROPOSTA DOMANDE

Invia la tua domanda: è semplice, veloce e del tutto anonimo, inserisci solo il tuo NOME e la CITTA' dalla quale scrivi. La e-mail è solo ad uso interno e non verrà divulgata.
N.B. La nostra redazione si riserva il diritto di modificare il testo della tua domanda per poterlo rendere adatto alla pubblicazione.

Precedente