ECG - Elettrocardiografia d’Urgenza

Piani Formativi

ECG - Elettrocardiografia d’Urgenza

Comprendere le basi fisiopatologiche dell’elettrocardiografia e riconoscere le priorità di trattamento farmacologiche e/o elettriche.
ECG FAST

Cenni di anatomia ed elettrofisiologia per meglio comprendere l’elettrocardiografia

Lettura dell’attività cardiaca di base: riconoscimento e valutazione delle singole onde, complessi e tratti (P, PR, QRS, T, QT, U).

Ipertrofia del ventricolo destro e ipertrofia del ventricolo sinistro.

Ipertrofia degli atri: onde P mitraliche e onde P polmonari.

Correlazione tra attività elettrica e fisiologica del cuore.

Aritmie sopraventricolari: tachicardia da rientro nodale, tachicardia da rientro AV, tachiaritmia atriale, tachicardia giunzionale, fibrillazione atriale, flutter atriale, tachiaritmia multifocale atriale.

Aritmie ventricolari: extrasistoli ventricolari, ritmo idioventricolare, ritmo idioventricolare accelerato, tachicardia ventricolare, flutter ventricolare, torsione delle punte, fibrillazione ventricolare

Bradiaritmie: malattia del nodo del seno, blocco AV di I grado, blocco AV di II grado Mobitz 1 e Mobitz 2, blocco AV di III grado con dissociazione AV.

Disturbi della conduzione: blocco di branza destro, blocco di branca sinistro, emibloccco anteriore sinistro, emiblocco posteriore sinistro.

Sindromi coronariche acute STEMI e NSTEMI. Equivalenti STEMI.

Alterazioni elettrocardiografiche dovute a squilibri elettrolitici e intossicazioni acute

MODULO RICHIESTA INFORMAZIONI

Tutti i dati sono obbligatori ad eccezione dei dati Opz

SIG.      SIG.RA
PRIVACY

Consenso rilasciato alla THES ai sensi dell’art. 23 D. Lgs. 196/2003. Il/la sottoscritto/a premesso che: 1. ha prima d’ora attentamente letto e compreso in tutte le sue parti l’informativa di cui all’art. 13 D. Lgs. 196/2003; 2. è perfettamente a conoscenza dei propri diritti ai sensi dell’art. 7 D. Lgs. 196/2003; 3. agisce in totale libertà e privo/a da qualsivoglia condizionamento e/o pressione psicologica; tutto ciò premesso esprime il più ampio consenso alla raccolta ed al trattamento dei propri dati personali comuni e se del caso anche sensibili, necessari per le finalità di cui all’informativa sopra citata.

Dichiaro di aver letto quanto sopra e desidero procedere.

Training Health Emergency & Services

Seguici nella nostra pagina Facebook. Premi MI PIACE e non perderai più nessuna notizia.

Facebook

Precedente

REGISTRO ESECUTORI

Formazione finanziata

I Fondi Paritetici Interprofessionali sono risorse finanziarie, riconosciuti dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, consentono alle imprese italiane di trasferire senza nessun costo aggiuntivo, la quota dello 0,30% dei contributi versati all’INPS alla formazione continua delle proprie risorse umane, segnalando tale scelta nel modello UNIEMENS. Possono essere utilizzati da tutte le aziende, dei vari settori, per finanziare le attività di formazione continua dei propri dipendenti. 

I Fondi Paritetici Interprofessionali finanziano piani formativi aziendali, settoriali e territoriali, che le imprese in forma singola o associata decideranno di realizzare per i propri dipendenti, secondo modalità stabilite dai singoli Fondi.

La THES, con i propri partner, accede alla formazione finanziata dai Fondi Paritetici Interprofessionali, accompagnando le aziende nell’acceso ai contributi, attraverso varie attività di supporto tecnico: analisi fabbisogni formativi; elaborazione del progetto; coordinamento, gestione ed erogazione delle azioni formative; realizzazione delle attività di rendiconto e verifica.